Castagne, il frutto per tutte le stagioni

Chi lo dice che le castagne siano disponibili e consumabili solo in autunno e inverno, quando ci sono quelle fresche? Ecco come sfatare un falso mito

Le castagne rappresentano il simbolo di una stagione. Non è un caso che quando si va a scuola elementare e si apprendono le stagioni, spesso le immagini delle castagne accompagnano sempre l’autunno. E moltissime persone credono che le castagne siano confinate al solo autunno, che in primavera o in estate rappresentino qualcosa di lontano lontano, nel tempo e nello spazio. Ma non è affatto così.

La produzione delle castagne è tanto vasta e consta di una parte che riguarda la lavorazione. Una parte delle castagne fresche viene venduta in autunno, trasformandosi molto spesso in caldarroste nelle nostre case, mentre tutta un’altra parte di castagne viene lavorata per diventare castagne secche, castagne in barattolo, castagne in grappa, e chi più ne ha più ne metta.

Per cui si tratta assolutamente di un falso mito se si considera che la castagna è legata soltanto a una delle quattro stagioni. Si tratta di un prodotto assolutamente nutriente, dolce ma non stucchevole, ed è quindi l’ideale anche per uno snack spezzafame molto veloce, quando vogliamo fare un break al lavoro, la merenda con i propri bambini o semplicemente quando vogliamo concederci qualcosa di buono.

Certo, bisogna stare attenti a non esagerare, perché le castagne presentano delle calorie non indifferenti. Non solo: le grandi abbuffate non sono mai amiche di ciò che amiamo alla follia e rischiamo di incontrare nostro malgrado il rovescio della medaglia: mangiare chili e chili di castagne in un solo giorno significa non solo ritrovare tutto sulla bilancia nei giorni successivi, ma anche fare indigestione e probabilmente finire per odiare questo frutto tanto amato e tanto gustoso. Per cui castagne tutto l’anno sì, ma senza esagerazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *