Archivi tag: Sagra della castagna

Vendita castagne

Sagra della Castagna, attività della terza settimana

Nuovi appuntamenti con la Sagra della Castagna e del Fungo Porcino di Roccamonfina.

Vendita castagne

Un altro fine settimana all’insegna del buon cibo e del divertimento con la Sagra della Castagna e del Fungo Porcino di Roccamonfina. Sabato 20 e domenica 21 ottobre, a partire dalle 10, un ricco programma si snoderà tra stand e attività interessanti e istruttive, come degustazioni di prodotti tipici, show cooking, mercatini, antiquariato, visite guidate, escursioni, mostre, spettacoli, concerti, artisti di strada e animazione per bambini. E naturalmente ci sarà la vendita castagne.

Alle 17,30 del 20 ottobre in particolare si terrà la premiazione del premio internazionale di letteratura “Premio Rocca”, seguita dal concerto musicale del Trio Jazz Bossa. Alle 20 è previsto il concerto di Mirko e l’Ottava Nota, mentre alle 22 ci sarà l’esibizione dell’amato comico partenopeo Giobbe Covatta.

Il 21 ottobre alle 17,30 ci sarà lo show cooking dal titolo “Prima l’ovulo o il porcino?”, un viaggio sensoriale con lo chef narrante Emilio Pompeo e il Maestro Brandi. Alle 20 invece è previsto lo spettacolo dell’orchestra Real Band Show, seguita alle 22 dal concerto-spettacolo del comico Federico Salvatore. Sarà un fine settimana divertentissimo per grandi e piccini e si potrà cogliere l’occasione di visitare un territorio pieno di storia, natura, cultura e tradizioni popolari. E – perché no? – fare incetta di ottime castagne locali grazie alla vendita castagne.

Tutto pronto per la Sagra della Castagna

Mancano pochi giorni e a Roccamonfina partirà la Sagra della Castagna e durerà un mese: ecco il programma e cosa si può fare.

A Roccamonfina la “Sagra della castagna e del fungo porcino” è una vera e propria istituzione. La chiamano non a caso la sagra dei record, dato che la kermesse è giunta alla sua 42esima edizione. Quest’anno, come sempre, si svolgerà nel week-end e nello specifico in tutti i fine settimana di ottobre, cioè 6-7, 13-14, 20-21, 27-28 ottobre dalle 10 alle 24.

Il programma è ricco e prevede molte attività, come degustazioni, show cooking, mercatini, antiquariato, visite guidate, escursioni, mostre – il territorio di Roccamonfina è ricchissimo in termini di storia, cultura e soprattutto natura – spettacoli, artisti di strada, animazione per bambini e tanti ospiti tra cui Maurizio Mattioli, Giobbe Covatta, Federico Salvatore, Shawn Jones and Friends.

Si fa presto a dire sagra. Non fatevi ingannare dal nome, la Sagra della Castagna di Roccamonfina è innanzi tutto un evento culturale. Qui castagne e funghi porcini non sono solo alimenti buoni e sani da mangiare. Rappresentano una grossa parte delle tradizioni popolari, non solo quelle enogastronomiche. Perché parlano di rispetto per l’ambiente e per il ritmo delle stagioni, parlano di tradizioni contadine che non devono essere dimenticate, perché sono il nostro retroterra culturale più profondo e importante.

La Sagra della Castagna di Vallerano, per degustare la castagna DOP

Le bontà del viterbese nella Sagra della Castagna di Vallerano

Ben più che una sagra, ma quasi una mostra mercato. È la Sagra della Castagna di Vallerano in provincia di Viterbo, che si tiene tutti i sabati e le domeniche di ottobre e novembre ogni anno. È una zona splendida quella del viterbese, non solo le città sono ricche di storia e di tradizione, con le loro architetture antiche e gli altri beni culturali, ma la zona è piena zeppa soprattutto di beni culturali. Tra questi non può non spiccare la castagna, prodotto principe delle aree di collina e di montagna, che in cucina si presta a molteplici utilizzi.

Non bisogna dimenticare che la castagna di Vallerano è poi una castagna molto speciale: dal 2009 è infatti entrata nel registro di aDenominazione di Origine Protetta, conquistandosi così il marchio DOP. Non è una conquista da poco: sono soltanto 115 i prodotti italiani che l’Unione Europea ha considerato meritevoli di tale titolo e, pensando a quanti prodotti agroalimentari esistano in Italia, si comprende come si tratti davvero di una questione molto speciale.

La castagna è una coltura tipica di Vallerano ed entra a pieno titolo tra le voci delle entrate economiche della zona: qui ci sono ben 635 ettari di castagneti e la castagna è una coltura tradizionale e millenaria. Sebbene sia la protagonista della sagra, la castagna di Vallerano però solitamente è in buona compagnia: accompagnano l’evento anche mostre canine, donazioni di sangue, musica, in particolare folk, e altre manifestazioni, ma anche degustazioni vinicole. Il vino con la castagna è assolutamente un must: mai provate le caldarroste con un buon bicchiere di rosso locale? È consigliatissimo nelle sere d’autunno quando ci si riunisce di fronte al fuoco, è sano ed è anche buono.

Durante la Sagra della Castagna di Vallerano, si effettuano escursioni guidate nel centro storico, degustazioni di vini con la presenza delle cantine cittadine e dei comuni limitrofi, ma anche distribuzione di caldarroste, che sono buone buone e tengono caldi le mani e il cuore.