Archivi tag: prodotto tipico campano

La nocciola un prodotto tipico

Oggi ho riflettuto sui tanti usi della nocciola, frutto molto coltivato in Campania e che rientra tra i i prodotti tipici della nostra zona di Roccamonfina.

Mentre preparavo un dolce a base di nocciole per una merenda tra amiche, ho sentito in televisione alcune ricette di carne con le nocciole per cui sono andata ad informarmi sui diversi utilizzi della nocciola in cucina.

Intanto ho letto che, al contrario degli altri tipi di frutta secca, la nocciola e’ l’unica a contenere grassi buoni e ha, dopo le mandorle, la maggiore quantita’ di vitamina E.

Inoltre, un consumo regolare di nocciole, contribuisce a far scendere i livelli di colesterolo cattivo e di trigliceridi.
La nocciola va pero’ consumata com moderazione essendo essa un frutto molto calorico poiche’ ricco di lipidi e proteine.
Tornando agli usi, la nocciola e’ utilizzata prima di tutto col cioccolato, nei torroni, in dolci e creme varie. Quasi sempre, prima di essere impiegata, la nocciola viene tostata.

Si puo’ trovare anche sottoforma di farina, adoperata per la preparazione di torte e crostate. Ma quello che piu’ mi incuriosiva e’ l’accostamento con i piatti salati.

Mi piace molto sperimentare nuovi piatti e assaggiare sapori diversi per cui credo che testero’ questa originale ricetta:

CONIGLIO AL CIOCCOLATO E NOCCIOLE

In una padella soffriggete olio extravergine d’oliva con abbondante cipolla. Aggiungetevi i pezzetti di coniglio e lasciateli cuocere. Sale a piacere e aggiungete 1 cucchiaino di aceto, 1 cucchiaino di cioccolato fondente e delle nocciole tritate.

Mescolate bene lasciando sul fuoco per ancora qualche minuto. Impiattate e servite.

Ma quanto mi stuzzica questa ricetta! Non ho mai assaggiato piatti salati alle nocciole, in queso caso, poi, vengono affiancatte anche dal cioccolato, il che mi incuriosisce ancora di piu’!
Ho tolto, intanto, dal mio freezer alcuni pezzi di coniglio.

Sara’ il pranzo di domani, aspetto con ansia il giudizio di mio marito quando assaggera’ questa carne alle nocciole e cioccolato.

Chissa’ se riuscira’ a distinguere i due sapori? Domani mi divertiro’ di sicuro!
Intanto oggi abbiamo mangiato le nocciole nel dolce che ho preparato, una classica caprese, e devo dire che e’ davvero buona! Le nocciole sono i miei frutti preferiti, per non parlare poi del gelao alle nocciole… eccezionale! La cosa fondamentale e’ che le nocciole sono disponibili tutto l’anno, sgusciate, con guscio, sfuse, confezionate, tritate ecc. Molto utilizzato anche l’olio di nocciola dall’industria cosmetica.

Castagne a portatata di clik

 

 Immagine Sagra della Castagna Vezzara

Come è noto le castagne cominciano a cadere nella zona del parco Regionale di Roccamonfina e precisamente a Conca della Campania nella prima decade di settembre e contestualmente inizia la vendita on line, si susseguono le varie tipologie come le Napoletane, seconda e terza decade, le marzare prima decade di ottobre e mercoliana seconda e terza decade di ottobre.

Le Castagne rappresentano il frutto autunnale per eccellenza e possono essere gustate in vari modi lesse con la buccia, lesse senza la prima buccia e a caldarroste.

Saporedicastagne.com è il primo portale che si occupa della vendita al dettaglio all’ingrosso di castagne, fornisce sagre e feste di piazza in qualsiasi zona d’Italia e in tempi celerissimi, garantendo la consegna entro il giorno successivo l’accettazione da saporedicastagne.com

Le castagne vengono vendute  in confezioni che vanno da 5 kg fino a 50 kg , mentre per la vendita di castagne all’ingrosso accettiamo prenotazioni anticipate in modo da poter programmare ed organizzare la spedizione delle castagne man mano che vengono raccolte.

Grazie ad una stretto accordo con i produttori locali possiamo accettare ordini e prenotazioni di castagne fresche, anche all’ingrosso, da tutta Italia con consegna entro 24 ore.

 

LASAGNETTE AI PORCINI

Oggi vi propongo un piatto particolare e di sicuro effetto per i vostri ospiti, LASAGNETTE AI FUNGHI PORCINI

Dosi per 4 persone

200 gr di lasagne

500 gr di porcini

2 spicchi d’aglio

prezzemolo tritato

150 gr di mozzarella

100 gr di parmigiano

olio q.b.

sale

Per la besciamella

30 gr di burro

0,7l di latte

60 gr di farina

noce moscata

sale

Pulite i porcini, tagliateli a julienne e fateli cuocere in una casseruola per circa 30 minuti con olio e uno spicchio d’aglio, alla fine metterete il trito di prezzemolo.

Cuocete le lasagne, 4-5 fogli alla volta, in acqua salata e bollente alla quale avrete aggiunto un cucchiaio di olio. Quando saranno cotte al dente toglietele con un mestolo forato e disponetele su un canovaggio, una accanto all’altra.

Preparate intanto la besciamella e insaporitela con il parmigiano grattugiato. Prendete una pirofila, ovale o rettangolare, e ungetela leggermente con un filo d’olio. Disponete un primo strato di lasagne, su queste distribuite alcune cucchiaiate di funghi porcini, copritele con altre lasagne, versate parte della besciamella attenzione a che non sia eccessiva, mettete altri porcini e parmigiano. Continuate ad alternare gli strati facendo in modo di terminare con uno strato di besciamella. A questo punto mettete in forno, che avrete preriscaldato a 200 ° c, 30 -40 minuti.