Archivi tag: castagne-roccamonfina

Produzione castagno di Bouche de Bètizac

“Il Vivaio Valle Oscura è specializzato nella produzione di piante di castagno ed in particolare nella produzione della varietà Bouche de Bétizac, l’unica ad oggi a non esser stata colpita dall’attacco del Cinipide Galligeno.

Tutti i nostri astoni vengono venduti a radice nuda e sono forniti di certificazione.

 Il costo varia dai 10 ai 20 euro +IVA.Possiamo spedire le piante in tutta Italia.Guardate i nostri video per conoscerci meglio.

Per info 3334925776/0823921567″http://www.youtube.com/watch?v=ByC1gXJTMRA

http://www.youtube.com/watch?v=3jtLEMlXnRs&feature=plcp

 

Piccione Nostrano con castagne e caffè

Tra poco più di un mese saremo giunti alla  raccolta delle castagne tempestive o primitive, naturalmente tempo permettendo e quindi ci prepariamo con alcune ricette.

Piccione con castagne primitive.

ingredienti:

200 gr di piccione , 1 stecca di vaniglia, 1 pizzico di sale, 50 cl di brodo vegetale, una noce di burro.

1 caffè molto ristretto e 10 chicchi di caffè.

Vin Santo

In una casseruola far cuocere le castagne con la vanilla, il brodo vegetale e un pizzico di sale. A cottura ultimata passa al setaccio e manteca con una noce di burro.

Dissossa le cosce, fa saltare i fegatini in una padella, sfuma con Vin Santo, quindi tritali e incorporali nei cosci di piccione. Chiudi con con alluminio e forma dei piccoli cilindri che metti in forno a 160 gradi per 15 minuti circa. Lascia raffreddare poi passali in un albume e arrotalali nelle castagne precedentemente tritate.

fa dorare i petti di piccione con la loro carcassa in una padella a fuoco dolce con olio extravergine d’oliva. Condisci con sale, passa in forno a 200° C per 3 minuti, mantienili in caldo e dissossali.

Preparare il piatto

Dà una pennellata con salsa del caffè al piatto, adagiavi sopra du e fette del petto caldo, le cosce croccanti alle castagne e ultima con un pizzico di fior di sale e un filo di piccione con i chicchi di caffè unendo due strisce con la salsa di castagne e le castagne arrostite per guarnizione.

 

 

Come vengono influenzati i prezzi delle Castagne

Ogni anno è sempre la stessa storia da un lato i contadini che si lamentano del prezzo delle castagne e dall’altro i grossisti che ribadiscono la concorrenza del mercato che porta inevitabilmente ad una diminuzione del prezzo. Ultimamente il prezzo al contadino  è veramente basso, il problema principale è il bacato in particolare sulle primitive che da un pò di anni è sempre percentualmente più alto. I tempi d’oro sono finiti, venti anni fa le castagne venivano vendute fior di quattrini oggi invece si rischia addirittura l’abbandono e per i costi di gestione da parte del contadino e per il prezzo troppo basso. Una cosa mi preme dire in maniera particolara!! il 6% che viene tolto ai contadini, qual’è il significato???? una consuetudune antica che andrebbe tolta, i grossisti ed i commercianti applicano dei prezzi in base alla concorrenza, al mercato, al prodotto, allora perchè questo 6%!!!!!! alcuni commercianti dicono per il calo peso (allora consideratelo nel prezzo) altri dicono è il costo del facchinaggio ( ma il facchinaggio è un  costo che incide sul  prezzo), quindi ogni 100 kg venduti i commercianti ne detraggono 6 kg come quota d’ingresso, è come quando si fanno investimenti assicurativi si paga la quota d’entrata e poi per recuperarla si aspettano tre anni ma almeno si recuperano invece sulle castagne si perdono completamente.