Archivi categoria: prezzi castagne 2017

Prezzi castagne 2017, siccità e raccolto

Come saranno i prezzi delle castagne per il 2017? Ve lo spieghiamo in questo articolo.

fall-2765998_1280In molte parti d’Italia (ma a Roccamonfina no), i prezzi delle castagne sono aumentati. Da cosa è causato il fenomeno? In economia, esiste una cosa chiamata la legge della domanda e dell’offerta. Come funziona? Diciamo che esiste un quantitativo X di un prodotto. Questo quantitativo è richiesto da un tot di persone e quindi si effettua un rapporto tra chi chiede il prodotto e la disponibilità del prodotto stesso.

Va da sé quindi che un’annata cattiva, per quello che riguarda qualunque prodotto agroalimentare, faccia alzare il prezzo del prodotto stesso. Questa cosa è accaduta con le castagne quest’anno: di fronte a una richiesta che è rimasta inalterata, la raccolta purtroppo non è andata bene in molte parti d’Italia. Tutta colpa della siccità, che ci ha messo all’asciutto per i mesi precedenti all’autunno. Il tempo meteorologico è sempre responsabile di tutto ciò che, nel bene o nel male, avviene poi sui raccolti.

A Roccamonfina però la raccolta è stata buona, la zona non ha risentito i contraccolpi del meteo sfavorevole ed è per questa ragione che i prezzi delle castagne per il 2017 sono rimasti praticamente inalterati rispetto all’anno precedente, cioè al 2016. Parliamo però della raccolta delle castagne in zona Roccamonfina, ribadiamo che in molti luoghi questo non si è invece verificato.

Come vengono influenzati i prezzi delle Castagne

Ogni anno è sempre la stessa storia da un lato i contadini che si lamentano del prezzo delle castagne e dall’altro i grossisti che ribadiscono la concorrenza del mercato che porta inevitabilmente ad una diminuzione del prezzo. Ultimamente il prezzo al contadino  è veramente basso, il problema principale è il bacato in particolare sulle primitive che da un pò di anni è sempre percentualmente più alto. I tempi d’oro sono finiti, venti anni fa le castagne venivano vendute fior di quattrini oggi invece si rischia addirittura l’abbandono e per i costi di gestione da parte del contadino e per il prezzo troppo basso. Una cosa mi preme dire in maniera particolara!! il 6% che viene tolto ai contadini, qual’è il significato???? una consuetudune antica che andrebbe tolta, i grossisti ed i commercianti applicano dei prezzi in base alla concorrenza, al mercato, al prodotto, allora perchè questo 6%!!!!!! alcuni commercianti dicono per il calo peso (allora consideratelo nel prezzo) altri dicono è il costo del facchinaggio ( ma il facchinaggio è un  costo che incide sul  prezzo), quindi ogni 100 kg venduti i commercianti ne detraggono 6 kg come quota d’ingresso, è come quando si fanno investimenti assicurativi si paga la quota d’entrata e poi per recuperarla si aspettano tre anni ma almeno si recuperano invece sulle castagne si perdono completamente.